/

Money Certified Blockchain

Che cos'è Money Certified?

"Non è facile fermare un sasso quando è uscito dalla mano, né un discorso quando è uscito dalla bocca." — Euripide

Money Certified è un servizio di certificazione basato su blockchain delle notizie pubblicate da Money.it.

L'integrità delle notizie viene garantita salvando l'hash del loro contenuto all'interno della blockchain Luxochain entro pochi minuti dalla pubblicazione.

Ogni articolo che subisse variazioni o aggiornamenti verrebbe salvato nelle sue diverse versioni sul sistema Money Certified, garantendo la massima trasparenza e autenticità sui contenuti pubblicati online.

A partire dal 2023 abbiamo aggiornato Money Certified aggiungendo un processo aggiuntivo, denominato Fact Checking, legato alla certificazione delle fonti, in ottica di contrasto al fenomeno delle Fake News, garantendo così non solo trasparenza sui contenuti ma anche sul processo e sui dati utilizzati per produrli.

Ultimi 5 articoli certificati:

2024-07-18 09:10:05

Legge di Bilancio 2025, dal taglio al cuneo fiscale alla sanità le novità in arrivo

2024-07-18 06:20:14

Quanti soldi mettere sul conto deposito per guadagnare €300 al mese

2024-07-18 05:46:00

Quanti soldi mettere sul conto deposito per guadagnare €300 al mese

2024-07-17 16:53:00

Periodo di prova, attenzione a questo dettaglio spesso trascurato

2024-07-17 15:21:46

Quanto si guadagna in Germania? Lo stipendio medio aggiornato

Ultimi 5 Fact Checking certificati:

2024-07-18 13:46:14

Il fallimento dell'assegno di inclusione: dà più soldi, ma a meno persone

2024-07-16 13:59:39

I 10 Paesi dove si producono più auto nel mondo. Dov'è l'Italia?

2024-07-16 13:40:48

Ecco i paesi dove si producono più auto ma l'Italia non è tra questi

2024-07-11 14:33:53

Vi spiego da quando gli italiani hanno smesso di risparmiare

2024-07-09 15:43:55

La tua casa è a rischio. Ecco perché

FAQ

Come funziona Money Certified?

Come funziona il processo di validazione

A partire dal 30 settembre 2020, ogni notizia pubblicata su Money.it viene “notarizzata” su una blockchain privata di proprietà di Virgo, attraverso un algoritmo matematico particolarmente indicato per la crittografia, comunemente definito “hash”: un identificativo univoco che garantisce l’integrità del testo e delle immagini che compongono la notizia. Vale a dire che, dal momento del salvataggio del documento, ogni minima modifica, anche un semplice cambio di punteggiatura apportato risulterebbe come un mancato riscontro nel momento in cui si dovesse effettuare un controllo di integrità.

Come ulteriore livello di sicurezza e per una maggior certificazione dell’attività di notarizzazione, tutti i dati prodotti da Money.it e registrati su Virgo in una giornata, vengono trasferiti alla mezzanotte di ogni giorno in un archivio blockchain pubblico basato sul network Ethereum. In tal modo, chiunque volesse verificare l’autenticità della “filiera” della notizia potrà farlo andando a ripercorrere a ritroso tutto il processo della news con la garanzia di veridicità offerta dalla blockchain il portale infatti metterà a disposizione una funzione, definita “Money Certified” (accessibile tramite registrazione e autenticazione dell’utente finale) che consentirà di ispezionare la news originaria ed accedere ai dati di “hash” sia su network Virgo che Ethereum, esposti a riprova della veridicità del contenuto.

Inoltre, ogni articolo che subisse eventuali variazioni o aggiornamenti successivi al momento della pubblicazione, verrebbe salvato nelle in ogni differente versione all’interno del sistema, a ulteriore garanzia la massima trasparenza ed autenticità sui contenuti pubblicati online. Il network Virgo consente infatti una totale flessibilità ed è in grado di recepire una cronologia completa delle modifiche. Di conseguenza chi verifica potrà indagare nell’archivio cronologico ripercorrendo tutte le modifiche effettuate e la loro relativa notarizzazione nel network blockchain.

Come faccio a verificare l’autenticità di una notizia?

Se un utente, con competenza tecnica, volesse controllare la veridicità della notizia, utilizzando la blockchain di Virgo, non deve far altro che prendere tutti gli hash dei blocchi di un arco temporale, concatenarli, hasharli e confrontarli con quelli salvati su blockchain pubblica. Come determinare questo arco temporale? Semplicemente, su blockchain pubblica è salvato non solo l'hash degli hash dei blocchi, ma anche il numero di blocco iniziale e il numero di blocco finale di tale arco temporale. In questo modo non possono esserci fraintendimenti perché su blockchain pubblica sono salvate tutte le informazioni che servono per ripercorrere il calcolo in modo corretto. Questo è possibile grazie ad uno smart contract - presente all'indirizzo 0xB6773c332dFd4617ecB31333D2f7EE10617FFdA8 - che potete vedere anche su etherscan: https://etherscan.io/address/0xB6773c332dFd4617ecB31333D2f7EE10617FFdA8

L'utente può controllare che la blockchain privata su cui sono salvati i dati delle notizie è "ancorata" giornalmente alla blockchain pubblica. Se vuole, può scaricarsi tutti i blocchi della blockchain privata, possiamo mettere a sua disposizione un endpoint se necessario, concatenare gli hash secondo le modalità e gli archi temporali sopra descritti e vedere che la blockchain privata è effettivamente ancorata giornalmente a quella pubblica.

Cos'è la blockchain?

La blockchain, che letteralmente significa “catena di blocchi”, è un registro digitale aperto, un libro mastro elettronico pubblico, volto a memorizzare un numero infinito di dati (i.e. transazioni) mediante la crittografia, la quale rappresenta senz’altro il principale elemento del suo successo, dato che svolge la conversione dei dati leggibili in dati codificati, i quali, pertanto, possono essere letti ed elaborati in modo pseudo-anonimo, tramite codici alfanumerici, e sono contrassegnati ognuno da una marca temporale, che li rende univoci, preservandone così la privacy.

In buona sostanza, si immagini una immensa banca dati condivisa, alla quale si possono sistematicamente aggiungere nuovi blocchi di informazioni, che verranno crittografate, alla quale tutti possono accedere, ma che nessuno può modificare, riducendo al minimo la quantità di interazione umana necessaria per far funzionare l’intero sistema.

Per ulteriori approfondimenti: Clicca qui

Perché è utile la blockchain?

Esempi e casi d’uso della blockchain

La supply chain e la tracciabilità dei prodotti

Uno dei casi d’uso forse più conosciuti è quello delle supply chain, dove la blockchain può essere usata per tracciare la filiera di produzione e distribuzione di beni come prova in più per il consumatore, “certificando” che il prodotto sia davvero autentico e originale, garantendo trasparenza all’utilizzatore finale.

L’arte e la tokenizzazione delle opere

Lo stesso concetto può anche applicarsi alle opere d’arte o ai beni di lusso, dove la blockchain può certificare non solo l’autenticità di un’opera, ma anche garantirne la proprietà. In questo caso è importante menzionare anche la cosiddetta “tokenizzazione”, possibile proprio grazie a questa nuova tecnologia.

La notarizzazione su blockchain

Da qui ne deriva anche che il lavoro dei notai potrebbe presto evolvere: la blockchain infatti permette di registrare al suo interno tra i diversi dati, anche i documenti ufficiali. In Cina già nel nel 2018 il Tribunale di Hangzhou ha riconosciuto un documento registrato su blockchain quale prova durante un processo civile.